Disturbi del sonno

Le apnee ostruttive
Negli ultimi anni i disturbi nel sonno accompagnati da apnee ostruttive (OSAS) sono entrati nel riscontro quotidiano di molti pazienti di tutte le età.
Per ora si sa piuttosto poco riguardo alle cause di questa sindrome, tuttavia si conoscono alcuni fattori di rischio che favoriscono l’insorgere della malattia.
Tra i possibili fattori di rischio si annoverano sovrappeso, situazioni anatomiche di restringimento nel settore nasofaringeo, alcol, fumo e l’appartenenza al sesso maschile (incidenza doppia negli uomini rispetto alle donne).

Il paziente è inviato dall’ORL o dal centro del sonno dopo aver eseguito una polisonnografia (PSG) con la diagnosi di questo disturbo.
Per gli adulti, poiché comporta gravi rischi per la salute (ipertensione/accidenti cardiovascolari), nei casi in cui la ventilazione assistita (C-PAP) non sia necessaria o sia mal sopportata, si esegue un dispositivo di avanzamento mandibolare (MAD) che consenta una maggiore pervietà delle vie aeree superiori durante il riposo nonché la riduzione del russamento e della apnee conseguenti.
Nelle fasce di età pediatrica invece si ricorre spesso all’adeno-tonsillectomia per poi procedere con l’Ortodonzia intercettiva e all’applicazione di un espansore del palato.

Per approfondimenti clicca: EOC disturbi del sonno

image